Abbassa la polizza: al via la nuova formula RC Auto

13/12/2017

Le polizze assicurative per auto in Italia hanno ancora il triste primato di essere tra le più care d’Europa, ma negli ultimi anni il divario con il resto del Continente è calato sensibilmente: l’ultimo dato dell’IVASS riferito al 2016 parla di un premio nazionale più alto di circa 100 euro.

Tuttavia, secondo Altroconsumo la situazione non sembra essere migliorata nel 2017. L’analisi dell’Associazione evidenzia come persino l’automobilista più virtuoso – l’impiegato 40enne in prima classe di merito – ha dovuto subire rincari importanti, un’analisi che si scontra con le rilevazioni ufficiali dell’Istituto di Vigilanza, riportate nella news "Prezzi RC Auto: ancora al ribasso nel secondo trimestre", e dell’ANIA nell’articolo "La tendenza di settembre dei prezzi RC Auto". L’Associazione dei Consumatori ha rilevato che in città come Milano e Palermo l’assicurato ha dovuto sborsare fino al 9-10% in più rispetto al 2016, mentre a Napoli l’entità degli aumenti si sarebbe attestata attorno al +6%.

Da qui la decisione di Altroconsumo di scendere in campo direttamente, promuovendo la formula del gruppo d’acquisto in versione RC Auto. Si chiama “Abbassa la polizzae promette di ottenere risparmi più consistenti stimolando la concorrenza e ottenendo condizioni e clausole che il singolo assicurato non riuscirebbe a spuntare. L’intermediario di riferimento sarà Altroconsumo Connect, una piattaforma aperta a tutte le persone fisiche che hanno un’auto già assicurata: le adesioni sono aperte sino al 28 febbraio 2018.

Quella di Altroconsumo è una formula basata sul modello di business del peer to peer (P2P), lanciata per la prima volta in Germania tramite la società Friendsurence. Attualmente questa impresa conta circa 75 mila clienti e offre quattro tipi di prodotti assicurativi: hi-tech (smartphone, tablet, notebook e fotocamera), personale, casa e auto.

La logica di funzionamento di Friendsurance prevede che il premio pagato dai clienti includa due quote, una destinata all’assicurazione standard (fornita da una compagnia tradizionale) e l’altra versata nel conto unico del gruppo. A fine anno sarà riconosciuta loro la restituzione di parte del premio consistente nel denaro del conto comune che non è stato utilizzato, una pratica che sarà possibile solo nel caso in cui non siano stati corrisposti indennizzi per eventuali imprevisti.

I maggiori vantaggi per i clienti si ottengono con gruppi numerosi e un basso numero di risarcimenti, coperti con i soldi presenti nel fondo del gruppo e costituiti da una garanzia che permette alla compagnia tradizionale di offrire a quei clienti una polizza scontata fino al 50%.

Durante il biennio 2013-2014 Friendsurance ha riportato nelle tasche dell’80% dei clienti circa il 33% dei premi versati. Nel dettaglio, si è constatato che i clienti virtuosi nel 2014 hanno sborsato 621,63 euro, ricevendo un accredito a fine anno di 226,17 euro. Il P2P non porta vantaggi solo ai consumatori ma anche alle compagnie di assicurazione, in quanto il comportamento corretto dell’assicurato permette di ridurre le frodi e il costo dei sinistri.

Un fenomeno che incide sui maggiori costi dell’RC Auto in Italia è sicuramente l’alto tasso di evasione assicurativa, che attualmente interessa 2,9 milioni di quattroruote. L'ANIA sottolinea la diminuzione delle auto sprovviste di polizza a partire dalla fine del 2015, un effetto da attribuire alla dematerializzazione del contrassegno assicurativo. L’innovazione ha costituito infatti un incentivo a stipulare un contratto per via dei maggiori controlli delle Forze dell'Ordine, che ora possono verificare la regolarità assicurativa direttamente su strada tramite l’accesso all’archivio informatico sulle coperture. Da non dimenticare anche il problema delle frodi assicurative, con il nuovo Ddl concorrenza che punta a evitare i testimoni di comodo. Grazie a questa normativa, entrata in vigore a fine agosto, i soggetti dovranno risultare dalla denuncia di sinistro o dal primo atto formale del danneggiato nei confronti dell’impresa.

Un modo per tenere bassi i prezzi dell’RC Auto è quello di fare un preventivo sul portale Segugio.it, che permette di ottenere una comparazione delle tariffe in modo semplice e veloce. Ipotizzando di assicurare una Fiat 500L Living 0.9 TwinAir Turbo Natural Power Pop Star (appena acquistata da un 35enne di Alessandria che si trova in terza classe di merito, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 20.000 chilometri ogni 12 mesi) risulta come premio più economico quello di ConTe.it, 239,43 euro. La società offre un contratto in cui la guida esclusiva rende il mezzo utilizzabile solo da chi sottoscrive la polizza: i massimali sono di 10 milioni di euro per i danni alle persone e 1 milione di euro che per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Abbassa la polizza: al via la nuova formula RC Auto Valutazione: 3,6/5
(basata su 7 voti)
800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare