RC Auto: è legge il Ddl concorrenza

23/08/2017

Arriva finalmente l’approvazione definitiva del Ddl concorrenza, che diventa legge dopo oltre due anni di modifiche e svariati passaggi tra Camera e Senato.

Dell’argomento ci siamo occupati più volte – l’ultima nella news "Ddl concorrenza, il decreto si avvia a diventare legge" – evidenziando le novità portate dal provvedimento in diversi settori. In particolare, gli assicurati potranno godere delle riforme in tema di RC Auto che hanno l’obiettivo principale di rendere le polizze meno care.

Il Disegno di legge prevede infatti sconti sui contratti assicurativi che accettano clausole antifrode. Si tratta di condizioni che verranno rispettate grazie all’ispezione preventiva del veicolo o al montaggio sulla vettura di alcuni dispositivi, come il rilevatore che misura il tasso di alcolemia o la scatola nera. I costi per effettuare il controllo o installare i congegni non graveranno sui proprietari del mezzo: inoltre le risultanze della black box costituiranno piena prova nei procedimenti civili, con i dati che saranno trattati dalla compagnia rispettando il codice della privacy – utilizzandoli quindi solo in occasione dei sinistri e senza rilevare la posizione della vettura in maniera continuativa.

Per arginare le frodi si punta anche ad evitare i testimoni di comodo, visto che in caso di danni materiali i soggetti dovranno risultare dalla denuncia di sinistro o dal primo atto formale del danneggiato nei confronti dell’impresa.

I bonus riguarderanno anche i guidatori virtuosi (coloro che non hanno provocato sinistri negli ultimi 4 anni) e che risiedono nelle province con i più alti tassi di incidentalità stradale. Tutti gli sconti saranno determinati dall’IVASS, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, tramite un regolamento da emanare entro 90 giorni dall’entrata in vigore della nuova legge. 

Altra novità è quella relativa ai danni non patrimoniali che per essere quantificati utilizzeranno le tabelle di Milano su tutto il territorio nazionale. Questo iter dovrebbe garantire alle vittime dei sinistri risarcimenti più equi e allo stesso tempo ottimizzare i costi gravanti sul sistema assicurativo e sui consumatori.

In tema di riparazioni la nuova legge non segue l’indirizzo voluto dalle assicurazioni che incoraggiavano il risarcimento in forma specifica. Rispettata dunque la facoltà per il danneggiato di ottenere l’integrale indennizzo per la sistemazione del veicolo e di rivolgersi a un carrozziere di propria fiducia. “Le nuove norme”, commenta Davide Galli, presidente della Federcarrozzieri, “ribadiscono con forza la libertà dell’assicurato danneggiato che abbia subito un incidente di rivolgersi al carrozziere indipendente. Una vittoria per i consumatori e gli automobilisti. Una sconfitta per chi da anni spinge verso logiche di convenzionamento al risparmio senza riguardo per sicurezza e qualità. Con la legge concorrenza viene inoltre garantito il sacrosanto diritto a un pieno ed equo risarcimento delle vittime della strada. Qualche dubbio invece sulle norme che riguardano i testimoni e i criteri di calcolo degli sconti Rca, questioni di approfondire”.

Un passo avanti viene fatto anche in tema di autovelox fissi, Tutor e telecamere ZTL (Zona a Traffico Limitato) che potranno verificare in automatico (senza agenti delle forze dell'ordine) che i veicoli siano in possesso di una regolare copertura RC. Nonostante la norma, gli strumenti non risultano ancora omologati. Il fenomeno dei mezzi senza assicurazione fa segnare numeri allarmanti, anche se per le auto si è verificato un calo dai 3,4 milioni di esemplari del 2015 agli attuali 2,9 milioni. Come anticipato nell’articolo "RC Auto: più automobilisti virtuosi e meno evasione assicurativa", la riduzione sarebbe da attribuire alla dematerializzazione del contrassegno di assicurazione, entrato in vigore quasi due anni fa. Ricordiamo che la mancata copertura comporta sanzioni pesanti, che prevedono anche il sequestro del veicolo e la sospensione della patente.

Coloro che circolano senza RC Auto possono avvantaggiarsi della polizza più economica individuata dal portale Segugio.it. Ipotizzando di voler assicurare una Peugeot 2008 BlueHDi 100 Active (appena immatricolata da un 41enne di Enna, prima classe di merito, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 20.000 chilometri), si scopre che il miglior prezzo è quello di Italiana Assicurazioni che propone una copertura con formula di guida libera a 262,57 euro. Buoni i massimali, che si attestano a 6.070.000 euro per i danni alle cose e 1.220.000 euro per quelli alle persone.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
RC Auto: è legge il Ddl concorrenza Valutazione: 4,4/5
(basata su 5 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare