Il bollo delle moto storiche, regione per regione

02/08/2017

I possessori di moto ultraventennali hanno visto negli ultimi due anni diverse modifiche delle Regioni alla disciplina nazionale che regolamenta il pagamento della tassa di possesso.   

Come riportato nella news "Auto e moto storiche, vademecum su assicurazione e bollo", la Legge di Stabilità del 2015 aveva cancellato il bollo a tariffa agevolata per le moto di interesse storico con un’età compresa tra i 20 e i 30 anni, equiparando l’importo alla tassa pagata da tutti gli altri veicoli (più o meno nuovi). La stessa normativa ha invece escluso dal versamento ordinario i proprietari dei mezzi di almeno trent'anni.

Tuttavia, molti territori italiani hanno in un primo momento deciso di disciplinare autonomamente la materia, una soluzione dettata dalla convinzione che la tassa di possesso fosse un tributo proprio. La conseguente azione di riapplicare l’esonero, grazie alle proprie norme regionali ha provocato l’intervento del Ministero dell'Economia e delle Finanze: il MEF ha infatti specificato che il bollo rientra tra i tributi propri derivati, ovvero istituiti da leggi statali ma il cui gettito è attribuito alle Regioni. Lo stesso Ministero ha chiarito che i Governi locali possono solo modificarne le aliquote, variandole tra il 90 ed il 110% degli importi vigenti nell’anno precedente.

Quanto detto vale da oggi anche per la Sicilia, che nel biennio 2015-2016 non ha rispettato la direttiva nazionale in quanto Regione a statuto speciale. In particolare l’esecutivo siciliano aveva proposto uno sconto maggiore sul bollo per i possessori di moto ultraventennali, un provvedimento cancellato dall’intervento della Corte Costituzionale. I giudici supremi hanno stabilito che il territorio siciliano, al contrario di Trento e Bolzano, non ha tra le proprie prerogative la possibilità di legiferare in merito alla tassa di proprietà dei veicoli. La Corte ha inoltre precisato che la Regione ha anche leso i diritti che lo Stato riconosce agli appassionati delle moto ultratrentennali, richiedendo per questi mezzi l’iscrizione al Registro delle storiche.

Attualmente c’è uniformità di trattamento in buona parte delle aree della Penisola: un quadro riassuntivo aiuterà a far capire ai possessori l’entità della cifra da pagare. 

Nessuna agevolazione è presente per le moto under 30 in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Friuli, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Veneto e Valle d’Aosta. Uno sconto del 10% si applica invece in Piemonte, Toscana, Lazio e Umbria ma con le ultime due Regioni che impongono l’iscrizione alla Federazione Motociclistica Italiana (FMI).

Esenzione ancora attiva in Lombardia, dove non corrispondono il bollo le moto che compaiono nell’FMI e negli altri Registri previsti dal Codice della Strada, mentre quelle non iscritte versano l’imposta per l’intero ammontare. Il vincolo di iscrizione al club è attivo anche in Emilia Romagna: l’iter rende possibile ai proprietari di corrispondere la somma di 10,33 euro, una quota che si ripete anche nella provincia autonoma di Trento (ma senza l’iscrizione ai Registri).

Ricordiamo che l’appartenenza ai Registri storici permette alle ultraventennali di usufruire di tariffe agevolate anche per l’assicurazione. Un buon rimedio per le moto non iscritte (ma anche per tutte le altre) è quello di simulare la stipula di un contratto su Segugio.it, il portale di comparazione online più utilizzato dai centauri per individuare una RC Moto economica

Volendo stipulare al 25 luglio una polizza per una Ducati Monster 600 ventennale (immatricolata nel 1997 e appena acquistata da un 47enne di Milano, prima classe di merito, percorrenza di 7.500 chilometri annui), risulta quale miglior prezzo quello proposto dalla compagnia Linear, 139,15 euro, il cui contratto rinuncia a esercitare il diritto di rivalsa se al momento del sinistro il conducente guida con patente scaduta. La compagnia applica la formula di guida libera, rendendo la moto utilizzabile sia dal sottoscrittore che da tutti i conducenti in possesso di apposita patente.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Il bollo delle moto storiche, regione per regione Valutazione: 4,4/5
(basata su 8 voti)
800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare