Ddl concorrenza, il decreto si avvia a diventare legge

14/05/2017

A due anni dal suo primo passaggio in Parlamento, il Ddl concorrenza si avvia a diventare legge. Il Senato ha infatti recentemente approvato il testo della disposizione, che nei prossimi giorni passerà alla Camera per ricevere il via libera definitivo senza ulteriori modifiche.

Le novità del provvedimento riguardano diversi settori, dalle assicurazioni - come abbiamo avuto modo di scrivere in "Assicurazioni, il maxi emendamento porta sconti sull’RC Auto" – alla telefonia, dalle farmacie all’energia, dalle professioni ai trasporti.

A proposito di trasporti, l’argomento caldo è quello che riguarda la regolamentazione delle nuove piattaforme digitali del settore, quali ad esempio Uber e Mytaxi. Entro un anno dall'entrata in vigore del disegno di legge, l’esecutivo dovrà adottare un decreto legislativo per la revisione della disciplina in materia di autoservizi pubblici non di linea. 

Molto attese le modifiche in tema di RC Auto. Il provvedimento promette un risparmio sulle tariffe grazie agli sconti obbligatori a favore dei contraenti che accetteranno clausole antifrode. Queste prevedono in particolare il montaggio della scatola nera, le cui informazioni registrate verranno utilizzate come prova in giudizio, e del dispositivo che riscontra sul guidatore un tasso di alcolemia superiore ai limiti imposti dal Codice della Strada. Variazioni riguarderanno anche l’identificazione dei testimoni che dovranno risultare alla denuncia del sinistro o al primo atto della richiesta di risarcimento alla compagnia.

Per quanto riguarda la telefonia entrerà in vigore l’obbligo per gli operatori di comunicare al cliente le eventuali spese per il passaggio a un gestore concorrente. Il cambio e il recesso potranno essere effettuati per via telematica. Varia anche la durata del vincolo per i contratti telefonici che includono l’offerta di un bene o servizio, che non dovrà superare i 24 mesi. Un esempio è quello delle tariffe che includono lo smatphone a rate, che dunque non potranno più avere un arco temporale di 30 mesi.

Per le altre due utenze, energia e gas, viene confermato lo stop al mercato tutelato, anche se la riforma slitta dal luglio 2018 allo stesso mese del 2019. Per tutti gli utenti sarà possibile rateizzare le maxi-bollette causate da ritardi o disguidi dovuti al fornitore del servizio.

Maggiore trasparenza verrà adottata per le professioni ordinistiche. Gli avvocati potranno far parte di più associazioni professionali e avranno l'obbligo di presentare il preventivo scritto al cliente che richiederà la consulenza. La disposizione si estende a tutti i professionisti, che avranno anche l'onere di indicare i titoli e le specializzazioni possedute.

Novità in vista per le farmacie, di cui potranno essere titolari anche le società di capitali – ma con una percentuale detenibile a livello regionale che non superi il 20%. Gli esercizi potranno restare aperti in periodi addizionali rispetto a quelli obbligatori, a patto che le stesse lo comunichino all'Autorità Sanitaria.

In materia di carburanti saranno adottati maggiori controlli tramite l’anagrafe degli impianti. I gestori non in regola avranno 12 mesi di tempo per risultare a norma: coloro che non lo faranno saranno costretti a smantellare la struttura.

Infine, il Ddl modifica l'articolo 68 del Codice dei Beni culturali sulla circolazione internazionale delle opere d'arte. La novità riguarda la temporalità del vincolo, ovvero della dichiarazione di interesse culturale da parte del Ministero dei Beni culturali, che passa da 50 a 70 anni dalla data della creazione dell'opera da parte di un artista non più vivente. La riforma introduce anche una soglia di valore di 13.500 euro, al di sotto della quale i beni e le opere con più di 70 anni potranno uscire liberamente dal territorio nazionale, grazie a una autocertificazione.

In tema di Rc Auto e in attesa dell’approvazione del DdL, ricordiamo che il risparmio sulla polizza auto è sempre garantito su Segugio.it. Come scritto nell’articolo "RC Auto, stabile il miglior prezzo medio", semplicemente scegliendo l’assicurazione auto più economica fra i preventivi calcolati sul portale si ottiene un vantaggio medio quantificato dall’Osservatorio RC Auto in 341,72 euro.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Ddl concorrenza, il decreto si avvia a diventare legge Valutazione: 4,5/5
(basata su 6 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare