Indennizzi, cambia la disciplina del danno non patrimoniale

16/04/2017

Cambiano le disposizioni sul risarcimento del danno non patrimoniale – affrontato anche nella news "Risarcimenti RC Auto: nessun taglio del danno morale" – a cui si applicheranno per legge le tabelle del tribunale di Milano.

A prevederlo è il Disegno di legge in tema di “Modifiche alle disposizioni per l’attuazione del codice civile in materia di determinazione e risarcimento del danno non patrimoniale”, approvato qualche giorno fa alla Camera e ora passato al Senato della Repubblica.

Il Ddl introduce nelle disposizioni del Codice Civile l’articolo 84-bis, il quale specifica che i danni provocati da lesione all’integrità psico-fisica (temporanea o permanente) e da perdita del rapporto di tipo familiare devono essere liquidati dal giudice con valutazione equitativa.

Il magistrato ricorrerà alle tabelle per esercitare quella discrezionalità che la legge gli affida: si utilizzeranno quelle aggiornate al 2013, con la sola modifica relativa al danno non patrimoniale per la morte del congiunto. In riferimento al coniuge la norma aggiunge un richiamo alle unioni civili, sostituendo l’espressione "morte del congiunto" con "perdita del rapporto di tipo familiare". L’obiettivo delle tabelle è di garantire parità di trattamento in tutti i tribunali, superando quelle differenze riscontrate nelle diverse aule giudiziarie.

Il provvedimento approvato prevede l’aggiornamento annuale Istat degli importi in tabella, con decreto del Ministero della salute. L’ammontare del danno liquidato potrà essere aumentato dal giudice, in base alle condizioni del danneggiato e motivando la decisione, in misura non superiore al 50%.

Attualmente il danno non patrimoniale è solo disciplinato dall’articolo 2059 del Codice Civile, secondo cui le lesioni devono essere risarcite solo nei casi determinati dalla legge. La mancanza di una precisa definizione della fattispecie ha portato a una pluralità di interpretazioni, tra cui quella adottata con la sentenza della Cassazione (numero 12408 del 2011) che proponeva come linea guida dei risarcimenti proprio l’applicazione delle tabelle di Milano (un indirizzo che non tutti i tribunali hanno seguito).

Il Governo ha stabilito che le nuove disposizioni potranno essere applicate anche ai procedimenti in corso, in particolare a quelli in cui il risarcimento del danno, all’entrata in vigore della legge, non è stato ancora determinato, oppure non è stato liquidato dal giudice con sentenza.

In tema di indennizzi ricordiamo la recente reinterpretazione della procedura di liquidazione del danno nel risarcimento diretto, trattata nell’articolo "Cambia l’applicazione del risarcimento diretto nell’RC Auto", che include l’applicazione del rimborso anche quando i veicoli coinvolti nel sinistro siano più di due.

Quando si parla di assicurazioni viene naturale menzionare la convenienza di Segugio.it, il portale che permette agli automobilisti di confrontare le migliori polizze RC Auto e di usufruire della soluzione più economica sul mercato.

Per effettuare una simulazione e ottenere i preventivi delle varie compagnie basta inserire le generalità dell’intestatario e le principali caratteristiche del veicolo. Ipotizzando di voler stipulare una polizza per una Mercedes SLC 180 Sport (acquistata da milanese un 40enne in prima classe di merito, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 10.000 chilometri), si scopre la convenienza della compagnia Zurich Connect che offre la propria copertura al prezzo di 212,29 euro. Il massimale per danni alle cose e alle persone è più alto di quello minimo garantito per legge (cinque e un milione di euro) e si attesta per entrambi sui 6 milioni di euro. Il contratto prevede l’applicazione della Guida Esperta, rendendo il mezzo utilizzabile da tutti coloro che hanno un’età superiore ai 25 anni.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Indennizzi, cambia la disciplina del danno non patrimoniale Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare