L’assicurazione auto costa meno

14/02/2017

Gli ultimi dati sui prezzi RC Auto confermano ancora una volta come gli automobilisti italiani usufruiscano di polizze meno care rispetto agli anni passati, un trend che ha permesso di colmare parte del divario con gli altri stati del Vecchio Continente.   

Dopo le rilevazioni positive dell’Associazione delle assicurazioni – trattate nell’articolo "ANIA: ancora più economici i premi RC Auto" – arrivano buone notizie anche dall’IVASS, che nel terzo trimestre del 2016 ha calcolato un premio medio di 426 euro. Il costo dei contratti è diminuito del 5,7% rispetto allo stesso periodo del 2015, quando la cifra si attestava sui 452 euro. Il bollettino evidenzia che il 50% degli assicurati paga una cifra più bassa di 385 euro l’anno, mentre una cospicua maggioranza, 9 automobilisti su 10, corrisponde un ammontare minore di 656 euro.

La riduzione dei prezzi è stata maggiore nelle province del Sud Italia che versano una rata più elevata, come Napoli, Taranto, Crotone, Brindisi e Reggio Calabria: queste 5 città fanno segnare cali di oltre 65 euro. Diverso il discorso nei comuni del settentrione, con livelli di partenza molto bassi e Aosta, Bolzano, Gorizia e Sondrio che godono di una diminuzione delle tariffe inferiore ai 10 euro.

I dati dell’Istituto vengono però contestati dalla Federconsumatori, le cui rilevazioni parlano non solo di un aumento generalizzato ma anche di un divario Nord-Sud che richiederebbe – secondo la stessa Associazione – provvedimenti urgenti da parte del Governo. Dalle misurazioni risulta che il costo medio dell’RC Auto, riferito a un veicolo con cilindrata di 1.200 centimetri cubici, sarebbe salito nelle principali città italiane dell’1,5%. La percentuale sarebbe molto maggiore (circa il 15-20%) soprattutto per i neopatentati e i contratti stipulati nelle regioni del Sud.

“L’IVASS”, spiega in una nota Federconsumatori, “sostiene che il costo di una polizza media in Italia è pari a 426 euro. Anche facendo un’ipotesi ottimistica, prendendo in considerazione un 50enne in prima classe, il costo della polizza monitorato dal nostro Osservatorio, a Roma, Napoli e Milano, risulta pari in media a 648,75 euro. Decisamente peggio va ai 18enni neopatentati (in 14esima classe) che pagano mediamente 2.274,65 euro”. 

Le diverse analisi possono essere confrontate con i dati dell’Osservatorio di Segugio.it che ha riscontrato un prezzo medio di quanto stipulato maggiore rispetto al dato dell’Istituto di Vigilanza. L’ammontare non sarebbe in crescita: l’indagine del portale ha calcolato tra luglio e settembre un importo di 751,71 euro contro i circa 780 euro del 2015. Tuttavia l’Osservatorio mette in luce l’ampia variabilità dei premi RC Auto, visto che il range varia dai 557 euro del Friuli Venezia Giulia ai 1.263 euro della Campania.

Ricordiamo che Segugio.it consente agli automobilisti di individuare l’RC Auto più conveniente sul mercato. Simulando al 14 febbraio 2017 la richiesta per una Peugeot 108 VTi Active benzina (acquistata da una 40enne di Rimini in terza classe di merito, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 20.000 chilometri), risulta quale miglior prezzo l’offerta di Genertel che propone una copertura per guidatori esperti (con più 25 anni) a 304,04 euro. Il massimale per danni alle cose e alle persone è quello minimo garantito dalla legge, vale a dire cinque e un milione di euro. Ottima anche l’offerta di Zurich Connect, a 307,71 euro. Anche in questo caso la guida esperta rende il mezzo guidabile dal proprietario e da conducenti che abbiano compiuto almeno 25 anni. Più alti rispetto a Genertel i massimali, che si posizionano entrambi a 6 milioni di euro.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
L’assicurazione auto costa meno Valutazione: 2,4/5
(basata su 29 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO
  /  
Preventivo auto

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO
  /  
Preventivo moto
come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare