Assicurazioni, obiettivo flessibilità e innovazione

20/10/2016

Nei giorni scorsi abbiamo affontato il tema delle clausole contrattuali nell'RC Auto e della formula Furto e Incendio per l'RC Moto, argomenti certamente tradizionali parlando di assicurazioni.

Il suddetto mercato, d'altra parte, si prepara ad affrontare nuove sfide. Secondo una ricerca di Accenture, le compagnie investono sempre di più nell’innovazione tecnologica, l’unica leva in grado di farle competere con successo nel prossimo futuro. L’innovazione arriva dunque in un momento cruciale per le imprese, che si trovano in un periodo in cui margini di guadagno degli anni passati si stanno riducendo.

Nel 2015 il mercato assicurativo europeo si è piazzato dietro a Stati Uniti e Giappone, mentre tra quelli emergenti sale in cattedra la Cina, +18% annuo, che ha dimensioni doppie rispetto a quello italiano. In Italia il mercato è ancora in una fase di sviluppo (+2,5% nel 2105, a 147 miliardi di euro) ma per il 2016 si prevede una contrazione del 7,1% a causa di un’inversione del trend del comparto Vita. Segnali negativi arrivano anche dal ROE (Return On Equity) del settore, il risultato economico delle aziende, che lo scorso anno è stato del 9,6% rispetto al 10,2% del 2014.

Secondo Daniele Presutti, Senior Managing Director e responsabile Insurance in Accenture, la soluzione al problema della redditività arriva proprio dall’innovazione tecnologica che, se applicata correttamente, consente di aumentare l’efficienza aziendale con conseguente diminuzione dei costi e aumento dei ricavi.

Già lo scorso anno gli investimenti nella tecnologia sono triplicati, passando da circa 0,8 miliardi di dollari nel 2014 a circa 2,7 miliardi di dollari nel 2015. L’innovazione non sta riguardando solo i nuovi player digitali che si affacciano sul panorama assicurativo ma anche le compagnie tradizionali, diventate sensibili alle richieste da parte dei clienti di nuovi servizi e modalità di comunicazione. Esempi concreti arrivano dalla Generali che di recente ha firmato un accordo con l’americana Progressive per potenziare l’offerta di prodotti personalizzati. L’impresa triestina è leader nelle polizze telematiche e in Germania ha lanciato Vitality, utilizzata per incentivare uno stile di vita più sano dei clienti. Anche Allianz si distingue nel nuovo scenario tecnologico: il colosso tedesco – con 2.200 agenzie che operano ormai con firma digitale, senza bisogno di utilizzare carta – sta lanciando in questi giorni la vendita e-commerce, che partirà dall’Rc Auto per poi estendersi ad altri rami danni.

Il cambiamento delle aspettative dei clienti deriva anche dalle nuove esperienze d’acquisto sviluppatesi in altri settori (quali Google, Amazon, Facebook, Apple e Alibaba), che finiscono per influire sulle modalità di relazione tra compagnie e assicurati. Secondo Accenture, gli utenti possono essere suddivisi in tre categorie:

- i Nomadi Digitali, rappresentati soprattutto da consumatori mediamente giovani (dai 22 ai 49 anni) che si ritengono a loro agio nell’utilizzo della tecnologia, tanto da sentirsi pronti a utilizzare solo il canale online;

- i Value Explorer, ovvero consumatori senior (per la maggior parte over 50) che ricercano un adeguato rapporto qualità/prezzo ma considerano ancora primario il rapporto con il proprio assicuratore;

- i Quality Seeker, più attenti alla qualità del servizio e aperti all’utilizzo di nuove tecnologie (ma solo se garantiscono maggiore convenienza).

Tuttavia, l’innovazione presenta anche dei rischi. “Siamo in presenza di un aumento di rischi per le compagnie”, spiega il presidente dell’IVASS Salvatore Rossi, “mentre la perdita di sicurezza e di privacy sono i rischi principali per il consumatore. La segmentazione della clientela da una parte è una necessità e un’opportunità, ma dall’altra è un problema perché può minare la privacy”. Inoltre la distribuzione via web può agevolare un ulteriore problema sempre più diffuso, vale a dire il furto di identità ai danni del cliente.

Gran parte dell’innovazione del comparto assicurativo passa attraverso i canali digitali: è evidente che la gestione online di un’operazione di richiesta di polizza assicurativa consente un taglio dei costi importante sulla spesa. E il risparmio diventa ancora più importante quando si sceglie di usare il comparatore leader in Italia.

Segugio.it cerca e confronta i migliori prodotti assicurativi sul mercato, aiutando a risparmiare centinaia di euro ogni anno sulle polizze. Grazie a Segugio.it è possibile comparare in modo semplice e intuitivo diverse polizze auto e moto, ma anche assicurazioni viaggio, assicurazioni casa e polizze vita, trovando tariffe molto convenienti. Provare per credere!

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Assicurazioni, obiettivo flessibilità e innovazione Valutazione: 3/5
(basata su 1 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare