Auto, è tempo di risparmiare sul carburante

06/10/2016

Sono ancora molte le famiglie in seria difficoltà economica, che hanno visto sfumare oltre ai propri sogni anche il lavoro, la casa e la dignità. Una prova è data, prendendo l'ultimo caso analizzato da Segugio.it, dall'anzianità del parco auto nel sud Italia che testimonia come non ci siano abbastanza risorse neanche per cambiare la propria vettura, aumentando i rischi su strada.

Un'ulteriore e definitiva conferma della resilienza dell'economia alla ripresa arriva anche dalla notizia del calo dei consumi di carburanti per autotrazione, segnale significativo per la crescita economica di un paese. 

Nonostante il calo dei prezzi alla pompa, nei primi otto mesi del 2016 i consumi sono diminuiti dello 0,7%, a causa della flessione della spesa delle aziende e delle famiglie italiane per l’acquisto di benzina e gasolio auto. Secondo le elaborazioni del Centro Studi Promotor, la spesa per i due carburanti è scesa dai 37,578 miliardi del gennaio-agosto ai 33,124 miliardi del gennaio-agosto scorso. Il calo è dell’11,9% ed è dovuto soprattutto alla contrazione dei prezzi medi alla pompa. Per la benzina il prezzo medio ponderato è sceso da 1,567 euro al litro del gennaio-agosto 2015 a 1,429 euro dello stesso periodo dello scorso anno. In termini percentuali il calo è stato dell’8,81%. 

Decisamente più forte è stata la discesa del prezzo medio ponderato del gasolio che è passato da 1,436 euro al litro a 1,261 euro al litro con una contrazione del 12,19%.

Intanto gli automobilisti, sempre più attenti alle spese ma anche al rispetto dell'ambiente, sembrano essere sempre più interessati alle auto a metano. Secondo una previsione di Navigant Research diffusa da Federmetano, nel 2026 i distributori di metano attivi in tutto il mondo saranno circa 40.000. I prossimi anni vedranno quindi una forte crescita della rete distributiva di metano, che passerà dai circa 26.700 distributori di oggi a quota 40.000 nel 2026. Ciò vuol dire che nel giro di dieci anni il numero delle stazioni di metano aumenterà di circa il 35%. 

“Nonostante la discesa dei prezzi del petrolio – commenta Sam Abuelsamid, senior research analyst di Navigant Research – il metano resta un’alternativa particolarmente competitiva a benzina e gasolio a causa dei regolamenti sempre più stringenti adottati in tema di emissioni, a maggior ragione nelle aree in cui l’uso di veicoli elettrici non è un’alternativa percorribile ai carburanti tradizionali”.

A guidare la crescita del numero delle stazioni di rifornimento di metano è il successo crescente di soluzioni tecnologiche innovative come il metano liquido (GNL) e il dual-fuel (mix di gasolio e metano), che consentono di utilizzare il metano anche sui mezzi di trasporto pesanti. “Anche in Italia – sottolinea Licia Balboni, a capo dell’Osservatorio Federmetano – le novità rappresentate da GNL, dual-fuel e, in un futuro ormai prossimo, biometano hanno raccolto un grande interesse da parte di una fascia di consumatori che abitualmente non prendeva in considerazione la possibilità di usare mezzi a metano, come ad esempio gli autotrasportatori. Oggi anche le case produttrici di mezzi pesanti sono sempre più impegnate per far crescere la gamma di veicoli a metano sul mercato, e di pari passo cresce anche il numero delle stazioni di rifornimento, sia tradizionali sia innovative (e cioè di GNL liquid to liquid oppure di GNL liquid to gas - metano gassoso). Recente è poi l’approvazione di uno schema di decreto legislativo da parte del CdM per il recepimento della normativa europea sui carburanti alternativi, la cosidetta DAFI, che rimuove di fatto gli ostacoli alla diffusione industriale (infrastrutture di stoccaggio a terra) del GNL. Questo è un segnale positivo per l’intera filiera del metano per autotrazione, che merita una costante attenzione da parte delle autorità perché è una eccellenza italiana conosciuta in tutto il mondo”.

Risparmiare sulle spese auto si può, non solo grazie alla scelta del carburante ma anche grazie a quella dell'assicurazione, con i prezzi dell'RCA già in calo. Utilizzando il comparatore Segugio.it si potranno risparmiare centinaia di euro ogni anno in modo semplice e veloce, fino a 500 euro. Con Segugio.it, infatti, trovi l'assicurazione auto o individuare la polizza moto più conveniente per il tuo profilo grazie a un servizio di preventivazione intuitivo e veloce.

A cura di: Cristina Fortarezzo

Come valuti questa notizia?
Auto, è tempo di risparmiare sul carburante Valutazione: 4,6/5
(basata su 7 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare