Ddl Concorrenza, ancora ritardi sull’RC Auto

21/07/2016

Il Disegno di legge Concorrenza potrebbe presto entrare in vigore dopo i ritardi accumulati durante la prima parte del 2016 che hanno rimandato il via libera del mese di giugno.

L’ultimo vertice al MiSE, il Ministero dello Sviluppo Economico, ha stabilito la conclusione dei lavori sul testo entro la seconda parte di luglio. Il decreto dovrà poi sottoporsi al giudizio del Senato mentre l’approvazione definitiva, se non ci saranno intoppi, potrebbe arrivare già entro la fine dell’estate.

Nonostante la programmazione e la tempistica da rispettare, Governo e maggioranza non hanno ancora trovato una soluzione su alcuni punti salienti del provvedimento, gli stessi che hanno causato lo stallo dei mesi scorsi.

Il primo argomento che continua a far discutere, e di cui abbiamo già parlato a maggio, riguarda l’RC Auto, ovvero l’obbligatorietà dell’installazione della scatola nera e i relativi sconti da applicare sui premi assicurativi. Attraverso la black box le compagnie avranno la possibilità di ridurre le truffe, monitorando lo stile di guida, i tragitti compiuti e i dati su eventuali incidenti effettuati dal conducente.

La proposta dell’esecutivo prevede che il taglio sulle tariffe debba essere definito in base al mercato, grazie anche al controllo da parte dell’IVASS (acronimo che sta per l’Istituto di Vigilanza fra le ASSicurazioni). Alcuni parlamentari invece propongono un tabellario fisso da far rispettare in tutta Italia, con il preciso obiettivo di eliminare il gap di prezzi che vede premi nettamente superiori in alcune città rispetto ad altre. È il caso delle province di Napoli e Caserta, dove gli importi dell’RC Auto sono più del doppio rispetto ad alcune province del nord Italia (per una rassegna dei costi medi delle assicurazioni auto e moto nelle varie province italiane, inviatiamo a consultare il nostro "Osservatorio Assicurazioni"). Tuttavia, il Governo è convinto che una tale politica finirebbe per reintrodurre i prezzi amministrati, alterando le regole sulla concorrenza del mercato.

La seconda questione da risolvere riguarda Uber, che sarebbe attualmente bloccata in Commissione Bilancio, incagliata sulla mancanza di un resoconto che quantifichi l’impatto sulle casse statali di delegare al Governo il riordino delle nuove forme di trasporto Ncc (Noleggio con conducente).

Il mese scorso infatti è stato emanato un emendamento al Ddl Concorrenza che impone all’esecutivo di varare un decreto legislativo per la revisione della disciplina in materia di servizi pubblici non di linea. “Servirà per regolamentare un’applicazione come Uber”, spiega Salvatore Tomaselli, uno dei relatori che ha presentato l’emendamento in Commissione Industria, “ma anche le applicazioni già usate dai tassisti, per evitare sfruttamento dei lavoratori e abusivismo e per rendere trasparente un servizio che ha più che mai bisogno di trasparenza”. Il testo del futuro decreto dovrà contenere diversi principi, tra cui assicurare a questi servizi una funzione complementare e integrativa rispetto ai trasporti pubblici, regolamentare la concorrenza e tutelare i consumatori.

Il Ddl Concorrenza ha anche risolto recentemente la questione su alcune competenze dei notai che hanno difeso la caratteristica di risultare indispensabili nell’apertura di una Srl (Società a responsabilità limitata), superando l’emendamento che puntava a rendere sufficiente una scrittura privata.

Scatola nera e scontistiche deciese per decreto o meno a parte, se dovete assicurare la vostra quattro ruote e volete risparmiare, affidatevi a Segugio Assicurazioni: grazie al nostro comparatore gratuito infatti potrete trovare l'offerta più vantaggiosa tra quella delle numerose compagnie partner, con o senza black box.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Ddl Concorrenza, ancora ritardi sull’RC Auto Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare