Assicurazioni auto ancora più economiche

15/06/2016

Le tariffe a ribasso dell’assicurazione auto registrate nella prima parte dell’anno fanno ben sperare gli automobilisti italiani. Gli importi dovrebbero infatti mantenere un trend discendente anche nei prossimi mesi, grazie alle misure messe in atto nel prossimo DDL Concorrenza in tema di RC Auto e all’operatività dell’Archivio integrato antifrode, lo strumento che permetterà di contrastare il fenomeno delle truffe e dei sinistri gonfiati.

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio di Segugio.it, l’indagine che esamina le principali caratteristiche dei contratti assicurativi, la tariffa media praticata in Italia nel primo semestre è scesa del 7,9% rispetto allo stesso periodo del 2015, passando dai 762,57 agli attuali 713,18 euro.

Il bollettino evidenzia anche un netto calo del best price, -9,5%, che si è attestato sui 405 euro. Il merito è da attribuire anche al risparmio conseguibile tramite l’utilizzo del comparatore di Segugio.it che permette un vantaggio del 43% sulla tariffa media RC Auto, con punte superiori al 50% per il 18% degli utenti. Per effettuare un preventivo e confrontare le migliori tariffe basta accedere all'apposita sezione presente sul sito

Esaminando la copertura domandata si nota la crescita fino al 22,9% della percentuale di assicurati che richiede insieme alla polizza base l’aggiunta del Furto e Incendio, una garanzia accessoria che aveva registrato il suo valore minimo durante il 2014. Bene anche le polizze Kasko, il contratto con cui la compagnia si assume i rischi derivanti dalla circolazione del veicolo indipendentemente dalla responsabilità del guidatore, passate dall’1,6% al 2,11% del 2016.

E' utile informarsi sulle garanzie accessorie che possono integrare l'RCA tradizionale e che permettono di assicurarsi da eventuali danni e condizione che generalmente il contratto assicurativo base non copre da solo.

La diminuzione dell’importo dei premi è da attribuire anche all’aumento dei guidatori virtuosi che occupano la prima classe di merito. Il dato rilevato un anno fa era del 55,6% contro l’attuale 57,6%, un incremento che porta conseguentemente alla diminuzione dal 32,29% al 29,31% degli automobilisti che si trovano tra la seconda e la tredicesima classe. 

La percorrenza chilometrica media resta sugli stessi livelli del 2014, ovvero circa 11 mila chilometri annui. Nel dettaglio la soglia fino ai 10.000 chilometri rimane stabile al 76,35% mentre sale di poco la fascia tra i 15 e i 25 mila chilometri (dall’8,83% al 9,04%).

Esaminando le caratteristiche delle vetture assicurate si scopre che si arresta la crescita dell’età media del parco circolante, circa 9,5 anni, con le auto immatricolate da più di 6 anni che rappresentano il 73,29% del totale. I mezzi targati da meno di tre anni sfiorano il 10,9%, un punto percentuale al di sopra del dato rilevato lo scorso anno. Quest’ultima tendenza è correlata all’andamento positivo del mercato delle quattroruote, con i primi cinque mesi dell’anno che hanno visto salire le vendite di quasi 130 mila unità rispetto allo stesso periodo del 2015.

Infine, analizzando la tipologia di alimentazione risulta che la maggior parte dei veicoli che viaggiano sulle strade italiane sono a gasolio, il 49,84%, contro il 42,16% delle auto a benzina. Le rilevazioni dell’Osservatorio registrano il valore più alto di sempre di mezzi ecologici presenti sulle strade italiane, l’8%: se si considerano invece le nuove immatricolazioni la percentuale risulta in calo, solo il 12,9% contro il 18,5% di un anno fa.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Assicurazioni auto ancora più economiche Valutazione: 4,5/5
(basata su 4 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare