Incidente stradale: come ottenere il risarcimento

30/05/2016

Nonostante gli incidenti stradali hanno registrato un calo nel 2015, guidare un veicolo richiede comunque la massima attenzione sia per la propria incolumità che per quella degli altri. Tuttavia, può succedere a volte di essere coinvolti in un incidente stradale e di dover affrontare la burocrazia assicurativa per ottenere il giusto risarcimento.

Il risarcimento dei danni a seguito di una collisione può avvenire tramite la procedura di indennizzo diretto, che permette all’assicurato di essere rimborsato direttamente dalla propria compagnia.

Si può avviare questo procedimento quando ricorrono determinate condizioni, ovvero se nel sinistro sono coinvolti solo due veicoli, se entrambi i mezzi sono targati e immatricolati in Italia e se le eventuali lesioni riportate da conducenti e passeggeri rientrino nel 9% di invalidità.

L’assicurato avrà tre giorni di tempo dalla data in cui si è verificato l’incidente per fare denuncia alla propria compagnia di assicurazioni presentando il modulo CAI (Constatazione Amichevole di Incidente) con la firma della controparte o a firma singola se non si è trovato un accordo sulla dinamica dello scontro.

Il CAI deve essere compilato in tutti i suoi campi, tra cui la targa dei veicoli, i nomi degli assicurati e le rispettive compagnie di appartenenza: sul modulo vanno anche riportate le generalità di eventuali testimoni che hanno assistito alla collisione. Particolare attenzione merita il grafico dell’incidente che deve riportare il senso di marcia dei due veicoli, la posizione delle vetture al momento dell’impatto, la segnaletica stradale e l’indicazione delle vie dove il fatto è accaduto.  

È importante ricordare che con il modulo blu si effettua la denuncia del sinistro all'assicurazione mentre per la richiesta del risarcimento bisognerà presentare un’ulteriore domanda (a cui si potrà allegare un preventivo di riparazione del mezzo), indicando il luogo e gli orari in cui il veicolo potrà essere visionato per essere periziato dall’agenzia.

I tempi per avere un’offerta di risarcimento diretto sono di 30 giorni dalla denuncia se il modulo CID è stato firmato da entrambe le parti, 60 giorni senza modulo firmato e 90 giorni in caso di lesioni. Una volta che l’offerta della compagnia è stata accolta dall’assicurato, l’indennizzo sarà erogato entro 15 giorni: in caso di disaccordo sull’entità del danno offerto o sui motivi di una mancata offerta, l’automobilista potrà agire per vie legali nei confronti della stessa compagnia.

L’assicuratore può ridurre il risarcimento che spetta all’automobilista se quest’ultimo dimentica di comunicare l’incidente nei tempi previsti.

In caso di mancata applicazione dell’indennizzo diretto, ad esempio per il coinvolgimento di più veicoli, si dovrà attivare la procedura ordinaria. In questo caso la richiesta di risarcimento sarà inviata alla compagnia assicurativa della controparte, ovvero di chi ha causato l’incidente. La compagnia effettuerà, come nel caso precedente, un'analisi del sinistro tramite perizie, referti medici, testimonianze e farà un'offerta al richiedente del risarcimento.

Se non si giunge a un accordo, l'assegno con l’importo liquidato dalla compagnia viene comunque inviato all’assicurato, che potrà comunque accettarlo come acconto.

Per circolare nella legalità, e di conseguenza usufruire del risarcimento, è indispensabile che il proprio veicolo sia assicurato, perciò è conveniente usare il comparatore messo a disposizione da Segugio.it che permette di risparmiare, in maniera considerevole, sul costo della polizza.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Incidente stradale: come ottenere il risarcimento Valutazione: 4/5
(basata su 1 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare