Assicurazione auto, aumenta il risparmio nel 2016

12/05/2016

Qualche giorno fa abbiamo discusso dell'argomento scatola nera, uno strumento per abbattere il costo dell'RC Auto; oggi scopriamo i dati del primo quadrimestre dell’anno, che senza dubbio porta buone notizie per gli utenti delle assicurazioni auto.

Dopo la discesa dei prezzi nel biennio 2014-2015 rilevata dall’IVASS, secondo cui il premio medio è diminuito di oltre il 15%, il trend al ribasso diventa ancora più consistente.

Secondo l’Osservatorio auto di Segugio.it, il bollettino che permette di esaminare le principali caratteristiche della domanda assicurativa, la tariffa media praticata in Italia è scesa dell’8,3% rispetto alla prima parte dello scorso anno, passando dai 762,57 agli attuali 713,85 euro.

L’indagine evidenzia che il best price continua a diminuire, -9,3% sul 2015, attestandosi su un valore pari a 407 euro. L’importo è notevolmente più basso rispetto al 2011 (-31,8%), anno in cui il miglior prezzo si fermava tra i 580 e i 600 euro.

L’Osservatorio fa segnare un incremento dal 6,8% al 7,7% della domanda di prime polizze per l’acquisto di auto nuove, mentre il 17,6% delle stipule sono richieste per comprare un’auto usata. La crescita delle percentuali è da attribuire all’ottimo momento del mercato automobilistico che fa registrare numeri sempre più vicini al periodo pre-crisi.

In rialzo il numero di guidatori virtuosi che occupano la prima classe di merito. Il dato rilevato passa dal 55,6% di un anno fa agli attuali 57,6%, una diretta conseguenza dell’incremento degli automobilisti che non hanno commesso sinistri negli ultimi 5 anni (85,3%).

Per quanto riguarda la copertura domandata si nota che continua a crescere la percentuale di utenti che richiede insieme alla polizza base l’aggiunta del Furto e Incendio, il 23% contro il 15,4% del periodo gennaio-giugno del 2015.

Per aiutare i suoi clienti, Segugio.it mette a disposizione delle utili guide che aiutano ad informarsi e scoprire tutti i dettagli sulle differenti tipologie di garanzie accessorie.

La percorrenza chilometrica media resta invariata dal 2014, attestandosi sugli 11 mila chilometri annui. Nel dettaglio, la soglia fino ai 15.000 chilometri è pari al 76,21% mentre cresce di poco la fascia tra i 15 e i 25 mila chilometri che passa dall’8,8% agli attuali 9,1%.

Dall’indagine emergono anche altri due dati strettamente legati alle caratteristiche delle vetture. Esaminando l’anzianità dei veicoli si nota che per la prima volta si arresta la crescita dell’età media delle auto circolanti. Quelle immatricolate da più di 6 anni sono il 73,01%, un dato ancora lontano rispetto alla fine del 2009 quando si era registrato il 49,32%; in rialzo le cifre sui mezzi targati da meno di tre anni che nel primo quadrimestre toccano l’11,05%.

Infine, analizzando la tipologia di alimentazione, risulta che la maggior parte delle quattroruote che viaggiano sulle strade italiane sono a gasolio, il 49,85% contro il 42,16% delle auto a benzina e il 7,97% di quelle alimentate a gpl e a metano. Ancora basso il dato relativo alle auto elettriche che rappresentano solo lo 0,03% dell’intero parco circolante. Stesso discorso per i mezzi appena targati dove il divario tra diesel e benzina è ancora più marcato, rispettivamente il 52,45% e 34,40%.

Ricordiamo che l’utilizzo del comparatore di Segugio.it permette di abbattere il costo delle polizze del 42,8% rispetto alla tariffa media RC Auto, mentre il 17,8% degli utenti può addirittura risparmiare oltre il 50%. Si può effettuare un preventivo e confrontare le migliori tariffe in pochi e semplici click grazie all'incredibile fiuto del Ministro del Risparmio! 

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Assicurazione auto, aumenta il risparmio nel 2016 Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare