Assicurazioni auto, un 2016 all’insegna del risparmio

21/04/2016

rc auto

Il 2016 potrebbe essere l’anno della svolta per il settore delle assicurazioni auto. Gli automobilisti potrebbero giovare di tariffe più leggere se le modifiche che riguardano gli sconti obbligatori per i guidatori virtuosi e il superamento delle vecchie differenze regionali venissero confermate.

Tuttavia, già in questi primi mesi del nuovo anno il prezzo dell’RC Auto si attesta su valori inferiori al 2015. Secondo l’Osservatorio di Segugio.it che esamina tutte le caratteristiche dei contratti assicurativi, la tariffa media praticata sul territorio nazionale è diminuita dell’8,1% rispetto al primo semestre dello scorso anno, scendendo dai 762,57 agli attuali 718,01 euro.

L’indagine accerta anche il trend al ribasso del best price che attualmente ha raggiunto il suo minimo storico, circa 410 euro: un ottimo risultato se si considera che nel 2011 il miglior prezzo si attestava sui 600 euro, quasi il 50% in più.

Ricordiamo che l’utilizzo del comparatore di Segugio.it permette di abbassare il costo delle polizze del 42,8% rispetto alla tariffa media RC Auto. Per richiedere un preventivo assicurazione auto e confrontare le migliori tariffe basta andare sul sito alla sezione assicurazioni. 

L’Osservatorio mette in evidenza un incremento dal 6,8% al 7,55% della domanda di prime polizze per l’acquisto di auto nuove, merito soprattutto dell’ottimo momento vissuto dal mercato automobilistico che a marzo ha fatto registrare un'impennata del 17,4% rispetto allo stesso mese 2015.

Sale anche la percentuale di guidatori virtuosi in prima classe di merito che passano dal 55,6% di un anno fa agli attuali 57,7%. Il dato è una conseguenza della percentuale di automobilisti che non ha commesso sinistri negli ultimi 5 anni, salita dall’83,27% all’85,25%.

Per quanto riguarda la copertura richiesta, si registra che il 77,47% degli assicurati stipula un contratto che prevede la responsabilità civile con le garanzie accessorie più comuni, quali gli infortuni del conducente e l’assistenza stradale. Continua a crescere la percentuale di utenti che richiede l’aggiunta del Furto e Incendio, il 20,46% contro il 13,8% del periodo gennaio-giugno del 2015.

Dall’indagine emergono anche altri dati legati alle caratteristiche del parco auto circolante. Esaminando l’anzianità dei veicoli, si nota che quelli immatricolati da più di 6 anni sono il 72,58%, un dato ancora lontano rispetto alla fine del 2009 quando si era registrato il 49,32%, mentre cresce la percentuale di auto immatricolate da meno di tre anni che a marzo 2016 tocca l’11,33%.

Un ulteriore elemento analizzato è la tipologia di alimentazione da cui risulta che la maggior parte dei veicoli presenti su strada è a gasolio, il 49,91%, contro il 42,05% delle auto a benzina e l’8% di quelle a doppia alimentazione benzina-gpl/metano. Stessa cosa per i mezzi appena immatricolati, dove il divario tra diesel e benzina è ancora più evidente, rispettivamente il 52,57% e 34,24%.

Infine, c’è da segnalare che il valore delle auto nuove vede un incremento nella fascia tra i 10 e i 15 mila euro (dal 21,48% al 22,33%) e tra i 25 e i 35 mila euro (da 20,92% al 22,3%), segno che gli automobilisti acquistano maggiormente utilitarie o auto di segmento medio-alto.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Assicurazioni auto, un 2016 all’insegna del risparmio Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare