Luci a led e cowntdown per i nuovi semafori

08/04/2016

semafori a led

Si rinnovano alcune misure nell’ambito del Codice della Strada e con l’inizio del nuovo anno anche le disposizioni che regolano gli impianti semaforici.

Dallo scorso 2 febbraio le lampadine a incandescenza utilizzate per i semafori dovranno progressivamente essere sostituite con quelle a led a basso consumo energetico. La modifica delle lanterne non è immediata, ma avviene solo nel momento in cui la vecchia lampada finisce il proprio ciclo di funzionamento. 

La normativa che dispone a livello nazionale l'uso obbligatorio dei led è disciplinata dal Ddl 221 del 28 dicembre 2015 in materia di Green economy ed è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 18 gennaio 2016.

La nuova fonte di illuminazione è una tecnologia che aveva già sostituito le lampade a incandescenza nell’uso privato, all’interno delle case degli italiani. La modifica non sarà immediata ma avverrà solo nel momento in cui la vecchia lampada finisce il proprio ciclo di funzionamento. 

Il montaggio dei led ha l’obiettivo principale di diminuire il consumo di elettricità, che passerà dai 60 o 100 watt delle vecchie soluzioni ai 6 watt di quelle a led, con conseguente risparmio di denaro pubblico. Inoltre la soluzione mira a migliorare anche l'efficienza e la sicurezza stradale, grazie alla loro maggior visibilità (in condizioni metereologiche precarie o di parecchia luce) e durata (stimata in quasi 80 mila ore).

“Le lampade da utilizzare nelle lanterne semaforiche”, specifica il testo della disposizione, “devono avere marcatura CE (Comunità Europea). La loro sostituzione deve essere eseguita utilizzando la struttura ottica della lanterna semaforica già esistente ove ciò sia tecnicamente possibile senza apportarvi modifiche. Le lampade realizzate con tecnologia a LED, in caso di rottura anche di un solo componente, devono spegnersi automaticamente in modo da garantire l'uniformità del segnale luminoso durante il loro funzionamento”.

Un’ulteriore norma relativa ai semafori è prevista per i prossimi mesi e riguarderà l’approvazione di un dispositivo countdown da applicare all’impianto principale a tre luci.

Si tratta di un congegno che effettua un conto alla rovescia, permettendo all'automobilista di controllare per quanti secondi durerà la luce verde o rossa prima che scatti quella successiva. L’utilizzo di questo congegno dovrebbe evitare incidenti agli incroci o possibili tamponamenti per frenate non tempestive, dando la possibilità agli automobilisti di regolarsi se accelerare o rallentare alla vista del semaforo, ottenendo un ulteriore miglioramento della situazione degli incidenti stradali, già in calo nel 2015 come riportato da Segugio.it qualche settimana fa.

La previsione del meccanismo di conteggio risale al 2010 quando fu emanato l'articolo 60 della legge 120 recante le Disposizioni in materia di sicurezza stradale. Entro 60 giorni dall’entrata in vigore di quella normativa, vale a dire il 12 ottobre dello stesso anno, si sarebbero dovute definire le caratteristiche per l'omologazione e per l'installazione dei nuovi dispositivi countdown. Tuttavia, il decreto attuativo che ne disciplina le peculiarità non è ancora stato emanato.  

Oggi, a distanza di sei anni, il Ministero ha dato esito positivo sulla loro sperimentazione: lo stesso ente ha dunque redatto una bozza del decreto che li approva. Il testo della disposizione è ora all’esame del Consiglio superiore dei lavori pubblici e sarà in un secondo momento sottoposto all'esame della Conferenza Stato Citta` e autonomie locali per il definitivo via libera.

Le normative europee quindi puntano al miglioramento della situazione sulle strade, se invece voi, amici di Segugio.it, mirate a risparmiare sul RC auto, dovreste provare il comparatore messo a disposizione dal ministro del risparmio che permette di trovare le soluzioni più vantaggiose sul mercato

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Luci a led e cowntdown per i nuovi semafori Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare