Come sarà il futuro dell’automobile

23/03/2016

auto futuro

Dopo averne parlato qualche mese fa nella news dedicataSegugio.it torna ad occuparsi del futuro delle auto, argomento che pare doveroso approfondire data la continua evoluzione dei mezzi che ci permettono di spostarci con comodità da un punto ad un altro. Le auto, vista l'importanza strategica che ormai rivestono nella vita quotidiana, potrebbero cambiare nei prossimi anni anche le abitudini degli automobilisti che le acquistano.

A confermarlo è uno studio di Goldman Sachs che spiega come l’industria delle quattroruote andrà incontro a rilevanti cambiamenti. La ricerca stima che nel 2025 il 25% delle auto – contro poco meno del 5% di oggi – saranno equipaggiate con motori elettrici, anche se molte di esse saranno ibride. Le auto a fuel cell sarebbero più efficienti dal punto di vista ambientale, ma la loro diffusione sarà apprezzabile solo quando i prezzi raggiungeranno gli stessi livelli di quelle a combustibile fossile. Tra i Paesi maggiormente impegnati alla diminuzione del costo delle auto c’è il Giappone, il cui governo spera di abbassare entro il 2025 i listini dei nuovi modelli fuel cell a una spesa attorno ai 2,2 milioni di yen, ovvero 18 mila dollari.

Per far fronte alle norme antinquinamento imposte dagli Stati e alle richieste di auto a basse emissioni da parte del mercato, i costruttori spingono sempre più su queste tipologie di mobilità. Attualmente il problema principale per la loro diffusione riguarda gli alti costi di produzione legati a materie prime e componenti onerosi. Dallo scorso anno tuttavia comincia a diffondersi l’idea dell'ibrido a bassa tensione – 48 volt – un progetto che consentirebbe alle Case di contenere le spese, con vantaggi che si ripercuoterebbero sui prezzi di listino. Il nuovo sistema permetterebbe quindi di utilizzare batterie più economiche e cablaggi più leggeri.

La Geely Automobile Holdings e FAW Group Corp hanno dichiarato che entro 24 mesi immetteranno sul mercato le prime automobili a motore termico con impianti a 48 volt. I dispositivi che richiedono un maggior dispendio di energia – come ad esempio il sistema di climatizzazione o lo Start & Stop – saranno alimentati tramite questa nuova tecnologia, riducendo anche i consumi.

Un altro fattore che inciderà sul settore saranno le automobili con guida autonoma, che potrebbero disincentivare il veicolo di proprietà e far crescere il fenomeno del car sharing. Se quest’ultimo prendesse piede le vendite del nuovo diminuirebbero, anche se il business delle Case si focalizzerebbe verso la manutenzione e riparazione dei mezzi. Alcuni analisti hanno stimato che entro i prossimi cinque anni le vetture condivise saranno responsabili del calo di 550.000 vendite dai consuntivi dei produttori, generando una perdita di circa 8 miliardi di dollari. Questa situazione colpirebbe maggiormente l’Europa e il mercato asiatico, mentre influenzerebbe in maniera marginale i conti dei concessionari americani.

Un ulteriore cambiamento rilevato dallo studio di Goldman Sachs riguarderebbe la composizione dei mercati. Molti Paesi in via di sviluppo vedranno, entro il 2025, aumentare il reddito pro-capite della popolazione, superando la soglia dei 10 mila dollari l'anno e le statistiche accertano che valicando questo limite minimo crescerà la propensione all'acquisto dell’auto. 

Nei Paesi emergenti dunque aumenteranno ulteriormente le compravendite delle vetture più economiche che già adesso superano ampiamente le immatricolazioni dei Paesi sviluppati. I dati dicono che nel 2015 sarebbero stati oltre 50 milioni gli esemplari venduti, contro i 37 dei mercati più sviluppati, mentre nei prossimi dieci anni si potrebbe arrivare a 78 milioni di auto nei Paesi in via di sviluppo verso una riduzione nei Paesi più evoluti fino a 34 milioni di esemplari.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Come sarà il futuro dell’automobile Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare