Assicurazione auto, i prezzi del terzo trimestre 2015

05/02/2016

rc auto terzo trimestre

Il premio medio per la garanzia RC Auto nel terzo trimestre 2015 è stato pari a 452 euro. A rilevarlo è l’IPER, l’indagine statistica sui prezzi pubblicata sul Bollettino Statistico dell’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni).

La variazione del prezzo medio su base trimestrale si è attestata sul +0,6%, mentre su base annua è scesa del 7,5%. La variabilità delle tariffe sul territorio nazionale resta dunque alta, con i premi più alti che vengono registrati soprattutto nelle aree del sud e del centro Italia.

Dai dati emerge che il 50% degli assicurati paga una cifra superiore ai 408 euro: la quasi totalità (90%) corrisponde meno di 701 euro mentre solo il 10% sborsa una cifra al di sotto dei 254 euro.

Nella top ten delle province in cui il costo dell’RC Auto è maggiore, rientrano tre città della Calabria (Crotone, Vibo Valentia e Reggio Calabria), tre della Toscana (Prato, Massa-Carrara e Pistoia), due della Puglia (Brindisi, Taranto) e due della Campania (Napoli, Caserta).

Napoli resta il capoluogo in cui assicurare l’auto è più costoso, con 714 euro: a seguire troviamo Prato e Caserta dove la media degli importi è rispettivamente di 641 e 626 euro. Otto dei dieci centri con le tariffe più economiche appartengono alla macro area settentrionale e sono Aosta, Belluno, Biella, Cuneo, Gorizia, Pordenone, Udine, Vercelli.

In tutte le province i prezzi del terzo trimestre registrano una discesa su base annuale: in quelle dove la cifra era mediamente più elevata si sono registrate variazioni al ribasso maggiori, con punte superiori al 10% in buona parte delle città meridionali. Le variazioni negative più contenute (inferiori al 5%) si segnalano prevalentemente al Nord, in particolare a Bolzano, Cuneo, Rovigo, Savona e Sondrio.

Per quanto riguarda la classe bonus-malus, è stato rilevato un valore a livello nazionale di 2,1 e il 70% degli assicurati si trova in prima classe, mentre per le province è compreso tra l’1,6 di Napoli e il 2,6 di Milano.

La statistica evidenzia una correlazione tra la classe di merito degli assicurati e l’importo medio versato, come a dire che gli automobilisti più rischiosi pagano un prezzo più alto. Su base provinciale questa relazione si inverte. A Reggio Calabria e Caserta ad esempio, la tariffa supera i 600 euro e la classe di merito media è particolarmente bassa (inferiore a 1,75), mentre a Prato la stessa spesa corrisponde a un bonus-malus piuttosto alto (superiore a 2,25). Ancora più anomalo il caso di Milano, dove la 14esima classe paga in media un premio di 459 euro, inferiore anche al dato nazionale.

L’indagine riporta anche il dato relativo ai contratti RC Auto che prevedono clausole di riduzione del premio grazie all’installazione sul veicolo della cosiddetta scatola nera, un sistema satellitare capace di registrare dati sulla condotta di guida dell’assicurato (inclusi i sinistri). La diffusione della black box sul mercato mostra un trend crescente, visto che nei contratti stipulati nel terzo trimestre del 2015 il dispositivo è presente nel 15,5% dei casi. La sua diffusione è aumentata di oltre il 14% rispetto al 2014 mentre la variazione rispetto al trimestre aprile-giugno dello scorso anno è stata pari a un +6,6%. Nei singoli mesi di luglio, agosto e settembre, la percentuale di polizze che prevedevano la scatola nera sono state rispettivamente del 15,8%, 15,5% e 15,1%.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Assicurazione auto, i prezzi del terzo trimestre 2015 Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare