Assicurazione auto, tariffe di fine anno convenienti

23/12/2015

assicurazione auto

La seconda parte del 2015 fa registrare tariffe per assicurare l’auto ancora più convenienti. A confermarlo è l’Osservatorio di Segugio.it che ha rilevato una contrazione del premio medio nazionale: a fine novembre il costo si attesta sui 778,09 euro.

L’indagine mette in evidenza come nel secondo semestre ci sia stato un aumento del numero di polizze per auto nuove e usate. Complice la crescita dei volumi di vendita del settore automotive, i nuovi contratti per vetture appena immatricolate sono saliti dello 0,5% (dal 5,3% al 5,8%) mentre per l’usato l’incremento ha toccato l’1,1% (17,3%-18,4%).

In rialzo la percentuale di automobilisti che occupa la prima classe di merito, attestandosi al 55,7% contro il 54,2% del secondo semestre 2014: compatibilmente con questa tendenza diminuisce il tasso di assicurati che si trovano dalla seconda alla tredicesima categoria, mentre salgono al 13,04% (dall’11,67%) quelli in classe quattordici.

I dati relativi alle singole province sono molto altalenati: in alcune città si registrano cali superiori al 30% rispetto alla media nazionale.

A Roma il costo medio del premio assicurativo nel secondo semestre è stato di 830,37 euro, più alto del 6,73% rispetto al dato nazionale: nel periodo luglio-dicembre 2014 le rilevazioni parlavano di 870,19 euro, il 5% in più. Le polizze con il Furto e Incendio sono passate dal 18,16% agli attuali 21,38%, mentre rimane stabile la garanzia accessoria relativa alla formula kasko (0,89%).     

Milano continua a distinguersi per essere uno dei capoluoghi di regione in cui i guidatori pagano le tariffe più basse. Durante questo secondo semestre fa segnare un prezzo medio di 698,27 euro, il 10,25% al di sotto della media nazionale, mentre nel 2014 la spesa per l’RC Auto si era attestata a 682,63 euro, circa il 4% in meno. L’incremento potrebbe essere causato dall’aumento del numero di contratti che prevedono insieme alla responsabilità civile la polizza Furto e Incendio, passati dal 22,66% all’attuale 24,97%.

Una delle province in cui si sono rilevati i ribassi maggiori è Pescara, dove i prezzi dell’assicurazione sono scesi di oltre 75 euro. Il costo medio delle polizze è passato da 883,86 euro della seconda parte del 2014 agli attuali 808,76 euro: l’importo è in linea con il prezzo medio nazionale, scostandosi di solo il 2,9%. Diminuiscono dal 13,6% al 12,2% le polizze che presentano come garanzia accessoria il Furto e Incendio.  

Bene la città di Udine che risulta, dopo Oristano, il capoluogo dove gli assicurati usufruiscono delle tariffe più basse. Il costo per singola polizza si attesta attualmente a 504,87 euro, il 35,12% in meno sul prezzo medio registrato a livello nazionale. L’ammontare nel capoluogo friulano è diminuito di circa 23 euro rispetto al periodo luglio-dicembre dello scorso anno (527,07 euro): diversa sorte per la quota di polizze che prevedono il Furto e Incendio, in rialzo dall’8,83% al 11,16%.

Napoli si conferma la provincia più cara d’Italia. In questa seconda parte del 2015 l’ammontare è diminuito fino a 1.563,98 euro, quasi 21 euro in meno rispetto a quanto rilevato nello stesso periodo dello scorso anno (1584,19 euro); tuttavia, rimane la città italiana in cui l’RC Auto ha il costo più elevato. In calo da 98,02% al 96,18% la percentuale dei contratti che non prevede garanzie aggiuntive.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Assicurazione auto, tariffe di fine anno convenienti Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare