Auto, segno più per il mercato europeo di ottobre

27/11/2015

mercato auto europa

Continuano ad arrivare segnali positivi dal mercato europeo dell’auto. I dati pubblicati da ACEA (Associazione dei Costruttori Europei) evidenziano come ottobre sia stato il ventiseiesimo mese consecutivo di crescita, con un +2,7% rispetto allo stesso periodo del 2014. La percentuale di aumento è nettamente inferiore rispetto ai mesi di agosto e settembre, quando le immatricolazioni hanno fatto registrare rispettivamente +11,5% e + 9,8%.

Le vendite, che comprendono i Paesi dell’Unione Europea e dell’EFTA, si sono attestate su 1.144.109 di unità mentre i numeri aggregati dei 10 mesi del 2015 parlano di 11.926.134 esemplari targati, un volume che equivale a un +8,2% sull’analogo arco di tempo dello scorso anno.

“Secondo le ultime proiezioni”, commenta Gianmarco Giorda, Direttore di ANFIA, “l'anno si chiuderà fra i 13,7 e i 13,9 milioni di unità, un valore superiore al consuntivo di 13 milioni del 2014 ma piuttosto distante dal massimo storico del 2007, quando i volumi infransero la barriera dei 16 milioni di immatricolazioni”.

L’incremento di ottobre è frutto soprattutto della performance dei maggiori mercati quali Italia, che sfrutta la leggera ripresa economica con un +8,6%, Spagna, Germania e Francia mentre il Regno Unito chiude in leggera perdita. Queste cinque realtà europee rappresentano il 72,6% delle vendite totali.

Nel dettaglio, la Spagna supera le 80 mila immatricolazioni con un incremento del 5,2%: considerando che i giorni lavorativi sono stati due in meno rispetto a ottobre 2014, la percentuale sale a +16%; le stime per fine anno prevedono che il mercato superi quota un milione di nuovi veicoli.

In Francia, sempre durante lo scorso mese, si sono rilevate 161.737 immatricolazioni (+ 1%). Il dato aggregato da inizio anno è di 1.583.172 unità, + 5,7% su gennaio-ottobre 2014.

Il mercato tedesco ha immatricolato 278.372 vetture (+1,1%), facendo segnare in termini di volumi il miglior ottobre dal 2005, mentre dal primo mese del 2015 le auto targate sono state 2.686.310 (+5,1%), di cui quasi il 50% hanno riguardato vetture a gasolio.

Dopo 43 mesi consecutivi di crescita, il mercato del Regno Unito chiude ottobre con un calo dell’1,1% sull’analogo periodo del 2014 e 177.664 esemplari venduti. La flessione dipende principalmente dalla forte contrazione registrata negli acquisti delle società (-22,8%): le immatricolazioni dei privati, invece, scendono del 2,6%.

Analizzando i principali brand risalta il dato negativo di Volkswagen, -0,8% sullo stesso mese dello scorso anno e Seat, -11,4%, mentre Audi fa segnare un +4,1%. La crescita del Gruppo di Wolfsburg dall’inizio dell’anno si attesta al 6,5%, mentre le vendite complessive del mese sono state pari a 288.221 veicoli.

In flessione le Case francesi di PSA (Peugeot-Citroen) e Renault, mentre a trainare il mercato sono stati Fiat Chrysler Automobiles (FCA), Daimler e Bmw.

Proprio FCA continua a guadagnarsi la fiducia dei clienti europei. Le 70.556 immatricolazioni nel mese di ottobre equivalgono a un rialzo del 7,7%, facendo salire la quota di mercato al 6,2% contro il 5,9% di un anno fa. Considerando i singoli marchi, Fiat cresce dell’8,6% e Jeep del 69,9%: perde invece il 7,4% Alfa Romeo, che spera di recuperare appeal con l’imminente uscita della berlina Giulia. Nel periodo gennaio-ottobre 2015 le immatricolazioni di FCA si attestano a 738.485 unità, con un aumento del 12,9%.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Auto, segno più per il mercato europeo di ottobre Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare