Mercato dell'auto, +8,56% a ottobre

13/11/2015

mercato auto ottobre

Le vendite di ottobre sono cresciute dell’8,56% rispetto allo stesso mese del 2014 totalizzando 132.929 immatricolazioni, in leggera frenata rispetto agli incrementi fatti segnare durante l’anno. “Ci sono due elementi”, spiega Gian Primo Quagliano, presidente del Centro studi Promotor, “che spiegano il rallentamento: da un lato a ottobre di quest'anno c'è stato un giorno lavorativo in meno e, in secondo luogo, l'ottobre del 2014 aveva fatto registrare un incremento mensile superiore di 5,6 punti a quello della media dei mesi precedenti”.

Le consegne dello scorso mese portano il totale delle immatricolazioni dall’inizio dell'anno a quota 1.330.005, con un incremento del 14,67%. Dalle stime risulta che il 2015 dovrebbe chiudersi con 1.560.000 immatricolazioni a fronte di 1.359.767 dello scorso anno, ancora lontane dalle 2.493.106 consegne del 2007: tuttavia, gli operatori del settore sono d’accordo nel ritenere che la ripresa del mercato sia ormai consolidata.

Le cifre positive del 2015 sono riconducibili a un invecchiamento eccessivo del parco auto circolante, dovuto ai ritardi accumulatisi negli ultimi anni per la sostituzione dei veicoli. Un ulteriore aspetto positivo – secondo il Centro studi Promotor – è rappresentato da una crescita della domanda da parte dei giovani che acquistano la loro prima vettura, che ha favorito anche l’incremento dell’acquisto delle seconde auto all’interno dei nuclei familiari.

Analizzando le vendite per segmento si scopre che le citycar e le vetture del segmento D salgono meno della media, mentre fanno segnare aumenti a doppia cifra le vetture premium.

La classificazione secondo l’alimentazione vede il continuo incremento della quota di mercato dei veicoli a benzina e a gasolio, che rappresentano rispettivamente il 55,6% e il 32% del totale. Continua la discesa delle vetture a GPL (-30% in volume) e a metano (-33,3%): il dato aggregato dei primi 10 mesi porta quest’ultime a perdere l’8,8% sullo stesso periodo dell’anno precedente.

Numeri più che positivi per FCA (Fiat Chrysler Automobiles) che per la decima volta consecutiva cresce di una percentuale maggiore del mercato, +10,8%; quanto all'andamento delle singole marche, Fiat fa registrare a ottobre un +15,98% e Jeep +102,21%. Pesante battuta d’arresto per Lancia (-23,58%) a cui non basta l’ottima performance della superstite Ypsilon, unico modello rimasto in produzione. Tra i vari modelli la Fiat Panda si conferma la più venduta del mese anche rispetto agli altri brand; a trainare il Gruppo FCA si aggiunge l’intera gamma della Fiat 500, con 500X e 500L che risultano essere le più immatricolate dei loro segmenti. Si stabilisce nella top ten anche la Fiat Punto, seconda auto più venduta in Italia, mentre nella categoria Suv si distingue ancora una volta la Jeep Renegade.

Per quanto riguarda le altre marche, chiude in progresso il Gruppo Psa, sia con Peugeot che con Citroen, mentre in leggero peggioramento Renault, sia con il marchio principale che con Dacia. Ford cresce più del mercato e aumentano le consegne anche Opel, Hyundai, Land Rover, Volvo e Mazda, mentre si indebolisce Toyota.

Poche le ripercussioni sul mercato italiano dello scandalo dieselgate. Il gruppo VAG (Volkswagen Audi Group) è stato parzialmente penalizzato, con la flessione dei brand Volkswagen, -6,85%, Seat, -11,17%, Skoda, -0,23%, e l’aumento di Audi, +18,06%. Tuttavia, le vendite complessive chiudono con un +0,35%.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Mercato dell'auto, +8,56% a ottobre Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare