Auto, presto il sistema di sicurezza per evitare i pedoni

13/11/2015

sistemi di sicurezza automobili

Le situazioni a cui prestare attenzione durante la guida di un’auto sono molteplici. Negli ultimi anni le case automobilistiche hanno curato particolarmente la sicurezza attiva e passiva offerta dalle proprie vetture, dotandole di dispositivi che hanno lo scopo di tutelare l’incolumità di guidatore e passeggeri.

Una ricerca effettuata da Automobile.it dimostra quanto il fattore sicurezza sia diventato rilevante anche per chi acquista un veicolo, visto che un numero elevato di automobilisti lo considera più importante nella scelta del mezzo rispetto al look, alla spaziosità e alle prestazioni.

Un concetto più ampio di sicurezza è alla base dell’ultima tecnologia ideata dalla Bosch. Il produttore mondiale di componentistica per auto ha sperimentato un dispositivo che permette al veicolo di evitare l’eventuale investimento dei pedoni, quando il conducente non interviene in misura sufficiente per scansarli.

Si chiama Pedestrian Protection System ed è un sistema di assistenza alla guida capace di individuare una persona davanti all’auto: una volta che il meccanismo si accorge del pericolo di impatto, rallenta progressivamente il veicolo e attua una sterzata evasiva.

Il dispositivo utilizza una telecamera stereoscopica montata sul parabrezza che riprende in tre dimensioni tutto quello che accade durante la guida. I dati raccolti dalla camera saranno analizzati dal sistema con una frequenza di circa 10 volte al secondo: una volta individuata la presenza di pedoni, il dispositivo calcolerà le probabilità di impatto e la relativa manovra di emergenza per evitarli. Il Pedestrian Protection System dovrà verificare la traiettoria impostata dal conducente quando si accorge del pericolo e se la reputa insufficiente a evitare l’impatto, la correggerà secondo quanto elaborato. 

“Per stabilire la traiettoria d’emergenza dovremo far sì che il software capisca con una frazione d’anticipo dove il pedone intenda spostarsi”, commenta il responsabile del progetto Lutz Bürkle. Lo stesso Bürkle spiega che i tecnici del software sono impegnati a perfezionare l’algoritmo che gestirà la logica del sistema, mentre si pensa anche all’utilizzo di un modello comportamentale del pedone elaborato sulla base di un archivio dati contenente i casi di incidenti che hanno visto coinvolti i pedoni.

Il Pedestrian Protection System dovrebbe essere lanciato sul mercato a partire dal 2018, aiutando a diminuire il numero di vittime causate da questo tipo di sinistri.

L’ultimo rapporto Aci-Istat riporta dati allarmanti sul numero di individui investiti. Nelle grandi città una vittima su tre è un pedone, mentre nel 2014 sono decedute 578 persone (+4,9% sull’anno precedente) e la maggior parte aveva un’età compresa tra gli 80 e gli 84 anni: nel 2014 sono stati 1592 i feriti, perlopiù donne tra i 75 e i 79 anni. Tra le maggiori colpe da attribuire ai guidatori c’è la distrazione, soprattutto per l’uso degli smartphone, seguita dal mancato rispetto della precedenza e dall’eccesso di velocità. Molti anche i sinistri causati dai pedoni.

La provincia più pericolosa per i pedoni si conferma Roma con 2.208 investimenti mentre si è più sicuri nella provincia dell’Ogliastra, con solo 2 persone coinvolte nello scorso anno.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Auto, presto il sistema di sicurezza per evitare i pedoni Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare