Assicurazioni: i prezzi del terzo trimestre 2014

04/03/2015

premi RC Auto

È stato pubblicato a metà febbraio il Bollettino Statistico dell’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni): l’indagine riguarda i prezzi applicati dalle compagnie assicurative nell’ambito dell’RC Auto nel periodo relativo al terzo trimestre 2014 ed evidenzia le differenze con i mesi precedenti.

Il premio medio per i contratti stipulati o rinnovati tra il 1° luglio e il 30 settembre 2014 è pari a 489 euro. Il 50 per cento degli assicurati paga più di 440 euro (valore mediano), il 90 per cento meno di 764 euro e solo il 10 per cento poco più di 270 euro. Si nota un’inversione di tendenza rispetto ai primi due trimestri dell’anno (-3,7% per cento nel primo e -1,6% nel secondo): i prezzi medi del terzo trimestre registrano un lieve rialzo rispetto al trimestre precedente (+0,2 per cento). Anche il valore mediano è caratterizzato da un leggero aumento (+0,1%, 440,1 euro contro i 439,9).

L’andamento dei premi è stato osservato anche su base regionale e provinciale. In quarantasei città  il prezzo medio è aumentato, mentre nelle restanti 63 si conferma una tendenza al ribasso. Gli aumenti più significativi si registrano in diverse province settentrionali: Vercelli, Ferrara, Aosta presentano incrementi tra l’1,9 e l’1,7%, mentre al meridione si distinguono Vibo Valentia (con un  +2,1%) e Crotone (con un +1,5%). Ancora in flessione il premio nelle province delle isole maggiori, come a Caltanissetta (-2,6%), Enna (-2,2%),  Messina (-1%), Olbia Tempio (-2%), Sassari (-1,5%) e in diverse province della Puglia e della Campania (Bari -1,8%, Foggia -1,6%, Lecce -1%, Avellino -1,8%, Benevento e Napoli -1,3%).

Andando ad analizzare i prezzi si scopre una tendenza particolare: i territori dove in media il premio è più elevato sono caratterizzati da una minore variabilità dello stesso. Ad esempio, in provincia di Asti gli assicurati meno virtuosi (appartenenti alle classi dalla 11 a 18) pagano il 144% in più rispetto agli assicurati in classe 1: 763 euro contro 312; a Torino tale differenza è pari al 125% (933 euro contro 414) e a Roma al 97 per cento (1.000 euro contro 508). Differentemente, in alcune province del meridione – dove i prezzi sono più alti – la differenza di premio è estremamente ridotta: a Napoli il premio pagato dagli assicurati meno virtuosi è il 31% in più rispetto al premio medio in classe 1 (1006 euro contro 765); a Caserta tale differenza è del 51% (1.002 euro contro 666) e a Vibo Valentia è pari al 61% (991 euro contro 614).

Esaminando gli importi medi in base all’età, si constata che gli aumenti sono avvenuti a scapito degli assicurati più giovani (+0,2%) e dei più anziani (+0,5%). Le riduzioni rispetto al II semestre 2014 riguardano quelli di età compresa tra 25 e 60 anni: anche per questa fascia, però, il calo dei prezzi subisce un rallentamento, in particolare -1% per il range tra i 25 e i 34 anni, -0,5% per quello dai 35 ai 44 e -0,1% per quella dai 45 ai 59 anni.

È stata anche rilevata la variazione del premio medio rispetto alla classe bonus malus dell’automobilista. Il prezzo è invariato per gli assicurati di classe 1, in diminuzione dello 0,2% e dell’1,1% rispettivamente per gli assicurati in classe 2 e 3 e per quelli delle classi 4-10. Per tutti gli altri, il premio aumenta in media dello 0,5%.

La clausola bonus protetto, che consente di alleggerire gli aumenti del premio in caso di sinistro, è presente nel 20,3% del contratti: nelle polizze in cui è attivo, la tariffa media è di 441 euro. Nel III trimestre 2014 tale opzione è stata offerta dalla metà delle imprese assicuratrici; la sua diffusione non è uniforme nel territorio nazionale. Le regioni in cui è maggiormente diffuso sono quelle del centro-nord: in Emilia Romagna e nelle Marche è attiva in oltre il 25% dei contratti (rispettivamente 28,4 per cento e 27,5 per cento), mentre nelle regioni meridionali l’incidenza è inferiore al 15%.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Assicurazioni: i prezzi del terzo trimestre 2014 Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare