Crisi e truffe da sempre a braccetto

26/01/2015

TruffaIn momenti di crisi economica il mercato assicurativo diventa fonte di guadagni illeciti attraverso le truffe ai danni delle assicurazioni.

Negli anni Ottanta per esempio, quando le autovetture non uscivano dalla fabbrica già con l'autoradio installata, uno dei furti più comuni era proprio quello dell'apparecchio radiofonico con il semplice obiettivo di rivenderlo nel mercato della ricettazione rapida.

All'inizio degli anni Novanta le autovetture (la più richesta per i mercati dell'est era la Fiat Tipo, quelle per i mercati arabi, la Mercedes) venivano rubate ed esportate nei paesi "socialisti" o nei paesi arabi.

Esistono poi alcune truffe che non hanno un'epoca e che vengono perpetrate ogni qualvolta la crisi economica si fa sentire. Stiamo parlando delle truffe assicurative legate ai danni alla persona, come infortuni mai avvenuti, risarciti con la complicità dei medici.

In realtà però, la truffa più diffusa è quella relativa alla copertura RC Auto, dove esistono vere e proprie organizzazioni criminali che confezionano il sinistro ad arte  con la complicità di periti ed avvocati.

Di tanto in tanto  poi, arriva la notizia che qualche agente ha truffato la propria mandante. Per fortuna oggi le compagnie di assicurazione denunciano gli intermediari disonesti che minano il buon nome della categoria, rendendo questo tipo di truffa sempre più raro.

Diciamo che la fantasia in fatto di truffe certamente non manca, ma mai nessuno era arrivato a decidere di abortire simulando un incidente stradale, per farsi risarcire da una compagnia di assicurazione. E' successo qualche giorno fa a Cosenza, dove una donna incinta, consenziente, è rimasta vittima di un falso incidente stradale, con i complici che hanno deliberatamente provocato la morte del nascituro. 

Un'altra speculazione di moda negli anni Novanta, anch'essa perpetrata con la complicità dei medici , avveniva sfruttando le polizze di spese di cura (malattia), per coprire interventi estetici: una delle truffe più in voga era in particolare l'intervento al seno, che veniva giustificato da una fasulla mastoplastica ricostruttiva a seguito di un incidente o peggio di una malattia tumorale. Si tratta di truffe altrettanto gravi delle precedenti.

Non tutti però sanno che, ogni volta che un cliente truffa una compagnia di assicurazione, il sistema di tariffazione di quest'ultima ne risente a danno degli assicurati onesti. La nostra speranza è che si ritorni ad una onestà e un senso civile di una volta.

A cura di: Leonardo Alberti

Come valuti questa notizia?
Crisi e truffe da sempre a braccetto Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare