Sicurezza stradale: c'è ancora molto da fare

09/01/2015

StataleOgni tanto qualcuno si prende l’onere di analizzare i dati della pericolosità delle nostre strade. E’ di questi giorni una interessante indagine, apparsa sul Corriere della Sera, edizione di Milano, dove vengono elencate le strade statali più pericolose della Lombardia.

Abbiamo pertanto redatto la tabella sottostante per dare modo al lettore di avere una visione completa del fenomeno. tabella

La prima osservazione da fare è che, sebbene la Statale 042 del Tonale e della Mendola sia al primo posto per numero di morti, non è sicuramente la più pericolosa in quanto l’indice di mortalità maggiore lo ha la Statale 145 Paullese : Milano-Cremona.

Altra caratteristica interessante è che la Statale 036 del Lago di Como e dello Spluga, a metà classifica, risulterebbe essere quella con maggior numero di incidenti.

Questo ci fa in realtà capire come l’analisi di un dato deve necessariamente tenere conto di molti fattori.  

Per esempio:

  • quanti autovelox sono presenti sulle Statali oggetto di analisi?
  • quale è il limite medio di velocità?
  • quanti centri abitati attraversano?
  • quanti incidenti sono avvenuti di notte?
  • quanti per scarsa visibilità?
  • quanti nei centri abitati?

… e la lista potrebbe proseguire. 

Certo un sistema di tutoraggio della velocità (come già in uso nelle autostrade) potrebbe sicuramente ridurre il numero di incidenti.

Ma basta solamente questo? Sicuramente no. Vanno intensificati i controlli sulle strade a maggior pericolosità e forse è giunto il momento giusto perchè le compagnie di assicurazioni inseriscano fra i loro coefficienti più importanti per la tariffazione anche i punti risultanti sulla patente del contraente. Siamo pronti per una tariffa RC Auto che agevoli coloro che rispettano il codice della strada indipendentemente dalla territorialità in cui risiedono.

Chilometri percorsi e punti sulla patente potrebbero fare la differenza non solo in termini di tariffazione ma anche per ridurre i casi di guida pericolosa e conseguentemente, gli incidenti che sulle statali italiane non accennano a diminuire.

A cura di: Leonardo Alberti

Come valuti questa notizia?
Sicurezza stradale: c'è ancora molto da fare Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare