Perché assicurare un veicolo costa 213 euro in più del resto d’Europa?

08/03/2014

Un'analisi sul settore assicurativo italiano commissionata dall'Ania (l'Associazione nazionale fra le Imprese Assicuratrici) ad un ente terzo (BCG, Boston Consulting Group) conferma la veridicità di un fenomeno negativo dal quale il nostro Paese non riesce a liberarsi da anni: in Italia per assicurare un veicolo si pagano in media oltre 200€ in più rispetto agli altri paesi europei.

Se la conferma ufficiale da parte dell’Ania non è certo un sollievo per gli assicurati italiani, è sicuramente indice del fatto che tutti i protagonisti del settore assicurativo italiano si stanno muovendo per evidenziare questa situazione sui rincari ed identificare delle soluzioni.

Ma quanto pagano gli assicurati italiani? E quali le soluzioni?

Secondo lo studio, in Italia il prezzo medio per il cliente è di 491€, rispetto alla media di 278€ per gli altri Paesi. Dall’analisi emerge che questa differenza (213€) è imputabile nel 60% dei casi ai costi per i sinistri (in particolare per i rimborsi molto elevati in caso di danno alle persone e all’endemico problema delle frodi), nel 24% dei casi al peso di tasse e oneri fiscali e al 16% ai costi delle Compagnie assicurative di varia natura (distribuzione, marketing e amministrazione).

Secondo Ania buona parte dei costi aggiuntivi pagati dagli italiani (tra i 140 e i 160€) potrebbero essere neutralizzata agendo sui fattori non controllabili direttamente dai soli assicuratori, come ad esempio: le normative sulle frodi, la sicurezza stradale e i risarcimenti danni a persone (da ridursi, in linea con quanto avviene in Europa).

Sullo studio di Ania anche Segugio.it ha voluto fornire la sua valutazione attraverso Emanuele Anzaghi, Vicepresidente di Segugio.it, che ha dichiarato “La studio ci pare molto utile per fare chiarezza, e a ragione l’ANIA sostiene che il caro-polizza è prevalentemente legato a fattori che non dipendono dalle Compagnie di assicurazione (come le tasse o i rimborsi che vengono stabiliti dai tribunali). Tuttavia sarebbe opportuno fare riferimento anche alla limitata concorrenza/mobilità degli assicurati nel nostro Paese. Una maggior concorrenza contribuirebbe, infatti, a ridurre la componente di costi di distribuzione, marketing e utile (che vale il 16% del differenziale con l’Europa) e ad innescare un circolo virtuoso in cui tutti i soggetti coinvolti (a partire dalle Compagnie) contribuiscono alla soluzione del problema dei sinistri. Non a caso l’azione dei comparatori – a partire da Segugio.it – sta già contribuendo ad abbassare i prezzi.”

Emanuele Anzaghi, Vicepresidente di Segugio.it, parla di questi aspetti e anche degli interventi proposti dal Governo Letta con il Decreto Destinazione Italia in un’intervista a “I soldi vostri” programma de “Il Sole 24 Ore”. Per saperne di più guarda il video>>

A cura di: Redazione

Come valuti questa notizia?
Perché assicurare un veicolo costa 213 euro in più del resto d’Europa? Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare